A distanza di pochi mesi il mio pensiero ancora per PIERO per me amico d'infanzia che ricordo con immenso piacere quando da roma tutta la famiglia si recava a Sant'Anatolia, compagno amico parente, non contava era una persona vera.
Lo ricordo oggi a distanza e rimarr sempre nei miei pensieri.
ciao 

 (Lanfranco Tani)

 

        WWW.ENOTECA-CHIRRA.IT     

            Un tuo pensiero                                                                       

Piero  Chirra

 Un affetto sincero non morir mai, il ricordo delle persone che ci sono state care vivr per sempre nei nostri cuori. (Antonio T.)

                               info@enoteca-chirra.it  

ange1.gif (5794 byte)

 

 
Non importa dove ti dirigi nella vita..... ne cosa fai.... o quanto possiedi.... Ci che conta chi hai accanto. (Silvana)
Ce s lacrime...
...ce s lacrime che nun se perdeno ne la pioggia...
...ce s lacrime che te sorcheno er viso...
...ce s lacrime che te bagneno er core...
...ce s lacrime che t'affogheno l'animo...
...ce s lacrime che te salano er palato...
...ce s lacrime che nun vonno scenne...
...ce s lacrime che nun t'aspetti...
...ce s lacrime che nun te doveveno proprio usc a st momento...
...ce s lacrime che te se appiccicano addosso...
...ce s lacrime che te fanno riflette...
...ce s lacrime che nun se seccheranno mai...
...ce s lacrime de chi nun ci pi lacrime...
...ce s lacrime de chi nun s piagne...
...ce s lacrime troppo giovani da dov asciug...
...ce s lacrime che nun fanno rumore...
...ce s lacrime che te rompeno li timpani...
...ce s lacrime de chi ne ha visti piagne...
...ce s lacrime indecifrabbili...
...ce s lacrime truccate...
...ce s lacrime da nun credece...
...ce s lacrime...
...ma tutte st lacrime...
...devono ann a sbatte 'n contro a quer soriso che nun me vojo scord pi...
...se devono ann a sfragne addosso a li ricordi belli de chi nun ce st pi...
...e me vojo augur che in dovunque tu sia...
...possa ved er mare...
...e nell'orizzonte...
...rimir lo sguardo perso de chi da st parte t'ha voluto bene...
                                                                                            (Valerio)
 

 

 

 

A  TE CHE PIANGI I TUOI MORTI

Se mi ami non piangere!
Se conoscessi il mistero immenso del cielo dove ora vivo;
se potessi vedere e sentire quello che io sento e vedo in questi orizzonti senza fine
e in questa luce che tutto investe e penetra, non piangeresti se mi ami!
Sono ormai assorbito dall'incanto di Dio, dalle sue espressioni di sconfinata bellezza.
Le cose di un tempo sono cos piccole e meschine a confronto!
Mi rimasto l'affetto per te, una tenerezza che non hai mai conosciuto!
ci siamo amati e conosciuti nel tempo, ma tutto era all'ora cos fugace e limitato!
io vivo nella serena e gioiosa attesa, tu pensami cos;
nelle tue battaglie pensa a questa meravigliosa casa, dove non esiste la morte, e dove ci disseteremo insieme
nel trasporto pi puro e intenso, alla fonte inestinguibile della gioia e dell'amore;
non piangere pi se veramente mi ami.

Da Renza Di Lenarda alla sorella Anna.